Fondata nel 1949, alla fine degli anni ’50, nel momento di massima espansione delle ricerche del nascente design italiano, BBB si colloca sulla scena del progetto con una propria precisa identità . Più che aderire alle avventure delle avanguardie, il ruolo dell’azienda è quello di accorta cinghia di trasmissione fra sperimentazioni e tradizione. In questa opera di costante mediazione BBB ha saputo declinare in uno stile moderno e sempre misurato il mutevole spirito dei tempi, sedimentando una cultura dell’abitare aggiornato ed elegante. A testimonianza di un percorso sempre condotto al centro della scena basterebbe l’elenco dei nomi dei collaboratori che hanno accompagnato il cammino di BBB: Giorgio Decursu, De Pas D’Urbino Lomazzi, Paolo Ferrari, Carlo Santi, gli storici sino a Gio Ponti e Vittorio Prato.

I contemporanei Jasper Morrison, Marco Piva, Paolo Favaretto, Gio Ponti, Enrico Davide Bona, Franco Poli, Renè Barba, Marcello Ziliani, Edy & Paolo Ciani, Massimo Colombo, Ilaria Prato, Bruno Rainaldi, Antonio Pio Saracino, Lidor Gilad, Yotam Shabtai, Roby Cantarutti e F. Petricich, Michele Franzina, concludendo con Harri Koskinen, sedia MUU vincitrice del Compasso d’Oro 2004.

Un patrimonio la cui attualità si rivela in questo nuovo catalogo, che raccoglie e mette a confronto progetti di ieri e di oggi, quasi un dialogo intorno al significato dell’abitare contemporaneo e sul valore del design, dello stile e del progetto.

Founded in 1949, at the and of the 50’s, during the period of maximum development of Italian design research, BBB operates in design industry with is own special identity. Rather than simply following the ultimate trends, the company took on the role of driving force between experimentation and tradition. In its role of intermediary, BBB was able to represent the ever-changing spirit of the times in a modern yet always balanced style, thus creating an updated and elegant Italian living culture. The list of collaborators that have accompanied BBB in this evolution is alone a witness of what they accomplished over the years: Giorgio Decursu, De Pas D’Urbino Lomazzi, Paolo Ferrari, Carlo Santi, the “masters”, until Gio Ponti and Vittorio Prato.

The present designers Jasper Morrison, Marco Piva, Paolo Favaretto, Gio Ponti, Enrico Davide Bona, Franco Poli, Renè Barba, Marcello Ziliani, Edy & Paolo Ciani, Massimo Colombo, Ilaria Prato, Bruno Rainaldi, Antonio Pio Saracino, Lidor Gilad,Yotam Shabtai, Roby Cantarutti e F. Petricich, Michele Franzina, concluding with Harri Koskinen, MUU chair winner of the Compasso d'Oro 2004.

A heritage which reveals its contemporary appeal in this new catalogue that collects and compares projects of the past and of today, almost a dialogue about the meaning of contemporary living and the value of design, style and project.